Come Fare il Guacamole ??????!!!!!

Pubblicato il 26/04/2012

 

Il Guacamole è una salsa di origine messicana a base di avocado la cui origine risale al tempo degli Aztechi. Il termine guacamole deriva dallo spagnolo messicano via Nahuatl, (lingua mexicana che risale ai tempi dei aztechi): Ahuacamolli, da Ahuacatl (avocado) + molli (mole o salsa).

Il Guacamole aveva un significato erotico per gli Aztechi. Le donne non potevano uscire di casa durante la raccolta di questo frutto perche gli avocado simboleggiavano i testicoli dei uomini. Secondo la Mitologia Pre-hispánica, il dio azteco Quetzalcoatl aveva offerto la ricetta del Guacamole ai Toltecas, chi lo fanno conoscere in tutta Mesoamerica.

L’ingrediente principale di questa salsa è l’avocado. Frutto originario di America centrale, (México y Guatemala) l’avocato era gia coltivato anche prima dell’arrivo degli spagnoli ed era un frutto molto apprezzatto dalla popolazione Azteca e Maya. Si coltiva in tanti paesi americani: Stati Uniti, México, Brasil, ma anche in Kenia, Sudáfrica Israele ed Spagna. La planta deve coltivarsi in un clima caldo per cui in certi posti si deve coltivare in una serra. Esistono circa 400 varianti del avocado per cui possiamo trovare diverse forme e pesi e alcuni possono arrivare a pesare 2 kili.

Oltre al suo delizioso sapore, questo frutto è pieno di Vitamina D, previene l’endebolimento delle ossa e dei denti per il calcio e il fosforo. Anche è pieno di Vitamina E, per cui è un frutto antiossidante ed è importante per un buon funzionamento del cuore ma anche per il corretto funzionamento del sistema nervoso perche ha inoltre potassio e sodio. È buono anche per le persone con anemia, per evitare colesterolo e anche per la fertilità. Migliora la digestione e aiuta alla nostra concentrazione mentale.

Atenzione!il l’olio dell’avocado viene anche usato in cosmetica per la cura dei capelli e anche nelle creme per la pelle. Con la polpa dell’avocado si può creare una maschera che ti aiuta ad evitare le rughe metendola mezz’ora prima di andare al letto sulla faccia.

La salsa di Guacamole è molto facile da cucinare. L’importante è trovare dei buoni ingredenti. A Firenze potete trovare tutto quanto al “Vivi Market” via del giglio 20/22, nel Mercato Centrale oppure nei negozi dei peruviani o indiani in Via Ponte alle Mosse. Invece la tortilla di farina potete trovarla in qualsiasi supermercato tipo Esselunga o Vivi Market.

 

Gli ingredenti per fare un rico Guacamole sono i seguenti:

* Succo di lime

* Sale

* Coriandolo o Prezzemolo, secondo i gusti

* Avocado maturo

* Pomodoro (non troppo maturo)

* Cipolla bianca

* Peperoncino fresco

* Tortilla di Farina

 



tagliate a mano la cipolla a cubetti piccoli.

 

tagliate a mano il peperocino fresco.

togliete la polpa del pomodoro con un cucchiao.

tagliate il pomodoro fresco a cubetti piccoli

togliete la  polpa del avocado.                             

tagliate il coriandolo, prezzemolo, fine 

spremete il lime. Se non trovate il lime potete sostituirlo con il limone. 

salate e pestate la polpa di avocado e tutti i ingredentii con un pestello in un mortaio tradizionale oppure in qualsiasi tipo di ciotola.

In alternatriva, si può frullare nel mixer, frullatore. In questo modo il guacamole viene più cremoso. importante non mettere troppa cipolla e peroncino quando si frulla nel mixer. Si rischia che il gusto della cipolla diventa troppo dominante oppure il guacamole sarà troppo piccante.

premete una tortilla di farina in un stampo a forma di cesto. può essere un stampo professionale oppure qualsiasi oggetto che resiste alle temprature alte del forno. 

tostare la torilla per 5 minuti nel forno. 

Il guacamole è la base di una cena messicana. La ricetta è semplice.

Bon appetito !

Consigli:

Potete accompagnare la salsa Guacamole con una tortilla di farina. Premete una tortilla di farina in un stampo a forma di cesto. Può essere un stampo professionale oppure qualsiasi oggetto che resiste alle temprature alte del forno. A continuazione tostare la tortilla per 5 minuti nel forno e poi potete mettere in questa tortilla il guacamole.

Il segreto di un buon Guacamole è l’utilizzo di un avocado maturo. Per ottenere un buon grado di maturazione, avvolgere l’avocado in carta di giornale in un posto caldo per uno o due giorni. Per evitare l’ossidazione del avocado è meglio coprirlo con una pellicola evitando il contatto della polpa con l’aria.

 

Nella cucina Messicana il Guacamole si usa come salsa picante per tutti tipi di tacos e altri piatti come quesadillas, tamales, chalupas, molote e nopales ma sopratutto quelli che contengono carne rossa. In Messico si usano due tipi di Guacamole: quello molido o macinato e quello con pezzetti di avocado. Il primo viene chiamato aguamole e si può trovare nelle taquerias populari in Messico. Il guacamole con pezzetti è quello che si mangia a casa e di solito si mangia con carne in padella o alla griglia.

Nella cucina Messicana si dice che aggiungendo succo di limone se insaporisce la salsa e anche si evita che divente grigio e si ossidi la polpa del avocado. Comunque l’importante è impedire l’esposizione al aria. Il metodo tradizionale di preparazione del guacamole comporta l’uso del molcajete (mortaio e pestello tipici messicani) per schiacciare e mischiare gli ingredienti.

 

Fotos:Claudia Chissini da Silva

Testo:Ines Cabello

Tijuana Via Ghibellina 156R

 

 

Condividi questo articolo:

Categoria:

Commenti

Esegui il login per commentare:

Non sei registrato? Registrati

Elenco Categorie